cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 05:43
Temi caldi

Umbria: 7mila i lavoratori coinvolti in formazione continua in due anni (2)

27 marzo 2014 | 17.38
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos/Labitalia) - Complessivamente, nel periodo 2009-2013, comprendendo sia gli avvisi per la formazione che i voucher formativi, sono stati coinvolti in attività di formazione continua 6.104 percettori di ammortizzatori sociali in deroga. Analizzando le fasce di età dei 3.704 destinatari (provenienti dalle 1.987 unità produttive coinvolte in richiesta di ammortizzatori sociali in deroga), si rileva una presenza quasi omogenea delle tre classi di età tra i 25 e 34 anni, tra i 35 e 44 anni e tra i 45 e i 54 anni, segno che la crisi ha colpito principalmente e in modo indistinto dai 25 ai 54 anni, anche se resta rilevante il dato degli over 55, con il 14,3%. Dal punto di vista del genere, non si hanno forti differenze: il 52,6% sono uomini. La maggior parte ha bassi titoli di studio.

Nell'ambito delle attività dei fondi paritetici interprofessionali, cui le imprese private possono destinare lo 0,30% dei contributi versati all'Inps e che sono promossi dalle organizzazioni di rappresentanza dei datori di lavoro e dei lavoratori, per quanto riguarda i corsi per i lavoratori occupati in posizioni non dirigenziali, considerato solo l'anno 2012, le attività formative realizzate in Umbria sono state 139, con quasi 12mila partecipazioni, per un finanziamento complessivo che si aggira attorno ai 5,3 milioni di euro. I potenziali partecipanti sono tra i quasi 112mila dipendenti delle oltre 11mila imprese aderenti ai fondi.

Sono quasi 700 le aziende che sicuramente hanno visto i propri lavoratori partecipare alle attività finanziate dai fondi paritetici interprofessionali, circa 2.000 quelle che hanno visto i propri dipendenti partecipare alle attività di formazione continua regionali e provinciali e solo 262 quelle interessate dalla cassa integrazione in deroga. Non è escluso che le stesse imprese abbiano partecipato alle due tipologie di intervento. Il Rapporto è stato dedicato a Margherita Peccati e Daniela Crispolti, le due dipendenti regionali uccise mentre erano al lavoro il 6 marzo 2013.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza