cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Papa: il bilancio di Dio non e' quello di un'azienda, l'attivo e' l'amore

28 marzo 2014 | 13.36
LETTURA: 1 minuti

Lo ha detto nella Messa di stamani a Casa Santa Marta

Roma, 28 mar. (Adnkronos) - Dio ama, “non sa fare altra cosa”. E’ quanto sottolineato da Papa Francesco nella Messa di stamani a Casa Santa Marta. Il Papa ha ribadito che il Signore sempre ci aspetta e ci perdona, è “il Dio della misericordia” che ci fa festa quando torniamo da Lui. Papa Francesco ha svolto la sua omelia muovendo dal Libro del Profeta Osea, nella prima Lettura. Il Signore, ha osservato, ci parla con tenerezza. Anche quando “ci invita alla conversione” e questa parola ci “suona un po’ forte”, ha evidenziato, dentro c’è “questa nostalgia amorevole di Dio”. C’è l’esortazione del Padre che dice al figlio: “Torna, è ora di tornare a casa”. Quindi, riporta il sito web di Radio Vaticana, ha rilevato che già “soltanto con questa parola possiamo passare tante ore di preghiera”.

“E’ il cuore di nostro Padre, è così Dio: non si stanca, non si stanca! E per tanti secoli ha fatto questo, con tanta apostasia, tanta apostasia del popolo - ha detto papa Francesco - E Lui sempre torna, perché il nostro Dio è un Dio che aspetta. Da quel pomeriggio nel Paradiso terrestre, Adamo è uscito dal Paradiso con una pena e anche una promessa. E Lui è fedele, il Signore è fedele alla sua promessa, perché non può rinnegare se stesso. E’ fedele. E così ha aspettato tutti noi, lungo la storia. E’ il Dio che ci aspetta, sempre”.

Francesco ha così rivolto il pensiero alla Parabola del figliol prodigo. Il Vangelo di Luca, ha rammentato, ci dice che il padre vede il figlio da lontano perché lo aspettava. Il padre, ha soggiunto, “andava sul terrazzo tutti i giorni a guardare se il figlio tornava. Aspettava. E quando lo vede, è andato di fretta” e “gli si gettò al collo”. Il figlio aveva preparato delle parole da dire, ma il padre non lo lascia parlare: “Con l’abbraccio gli tappò la bocca”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza