cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 13:00
Temi caldi

Lavoro: Articolo 1, puntare su formazione e orientamento per 'Giovani in voce' (2)

28 marzo 2014 | 13.40
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos/Labitalia) - Stefano Di Niola, responsabile del dipartimento Politiche sindacali della Cna, sul tema della costante richiesta di esperienza da parte delle aziende sollevata dai giovani, ha sottolineato che la realtà imprenditoriale italiana è medio-piccola (le imprese italiane hanno in media di 4 dipendenti a testa), e questo comporta la richiesta di una grande specializzazione, per cui il titolo di studio deve essere strettamente attinente al ruolo che si intende ricoprire.

Per Fabiana Giacomotti, docente di Scienza della moda e Costume all'Università 'La Sapienza' di Roma, manca una programmazione, non si sa quali sono i profili che serviranno fra 10 o 15 anni, con un chiaro squilibrio fra le professionalità che saranno presenti e quelle realmente ricercate.

Ha concluso Giuseppe Campelli, amministratore unico di Articolo1, rivendicando il ruolo delle agenzie per il lavoro nel panorama del mondo dell'occupazione: "Le agenzie hanno il merito, in questo momento, di essere uno dei pochi strumenti che i giovani hanno, oggi, per trovare lavoro. Le agenzie contano su un personale preparato e specializzato che può aiutare i giovani a trovare il 'proprio' lavoro, hanno come core business la ricerca del lavoro. E' nostro compito ma anche interesse farlo al meglio. E' un fatto etico, sociale, ma anche economico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza