cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Pakistan: cristiano condannato a morte per blasfemia a Lahore

28 marzo 2014 | 13.33
LETTURA: 1 minuti

Accusato di aver criticato il Progeta Maometto, fara' appello alla Corte suprema

Islamabad, 28 mar. - (Adnkronos/Aki) - Un cittadino pakistano di fede cristiana è stato condannato a morte da un tribunale di Lahore con l'accusa di blasfemia. Lo denuncia il suo avvocato Naeem Shakir. Sawan Masih, originario di Lahore nel Pakistan orientale, è stato arrestato lo scorso anno dopo che un amico lo aveva accusa di aver parlato male del Profeta Maometto durante una discussione. Il reato di blasfemia e gli insulti all'Islam in Pakistan sono punibili con la pena capitale.

Shakir ha spiegato che il giudice ha emesso la sua sentenza dopo un processo lungo un anno. Il suo assistito, ha detto, si trova in un cercere di massima sicurezza dal momento dell'arresto per il timore di ritorsioni da parte di altri cittadini musulmani. Amnesty International ha condannato la sentenza, che Masih puo' appellare presso la Corte suprema. Si stima che dal 1986 circa 1.300 persone siano state accusate di blasfemia e una cinquantina sono state uccise prima della fine del processo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza