cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 12:50
Temi caldi

Siria: Usa valutano nuovo programma addestramento ribelli

28 marzo 2014 | 17.39
LETTURA: 1 minuti

Washington, 28 mar. - (Adnkronos/Aki) - Gli Stati Uniti sarebbero pronti a estendere il loro programma segreto di aiuti ai ribelli siriani insieme ai loro alleati, tra i quali l'Arabia Saudita, paese visitato oggi dal presidente Barack Obama. E' quanto sostiene David Ignatius, editorialista del Washington Post esperto di affari internazionali. Il piano prevede tra l'altro l'addestramento di circa 600 uomini da parte della Cia in Arabia Saudita, Giordania e Qatar, raddoppiando il numero di militanti anti-regime che oggi vengono addestrati nella regione.

Un'altra opzione sul tavolo sarebbe quella di ricorrere alle US Special Operation Forces o ad altro personale militare invece che alla Cia, in modo da dare una minore connotazione politica al programma, agli occhi dei ribelli siriani. Washington starebbe anche valutando la fornitura ai ribelli di lanciamissili antiaereo, conosciuti come Manpads, per far fronte alle forze aeree del regime. Per la consegna di questo genere di armamenti, l'Arabia Saudita starebbe aspettando il via libera di Obama.

Il programma in fase di discussione includerebbe una sorta di valutazione dei ribelli nella fase dell'addestramento e in quella successiva, finalizzata a individuare e tagliare i legami con formazioni estremiste. Secondo Ignatius, il Qatar si sarebbe offerto di finanziare il primo anno del programma, che potrebbe arrivare a costare centinaia di milioni di dollari. L'obiettivo ultimo del programma sarebbe quello di contribuire alla stabilizzazione della Siria, aiutando le comunita' e le istituzioni locali nelle aree che non sono sotto il controllo del regime e creando corridoi umanitari per l'ingresso degli aiuti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza