cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 19:47
Temi caldi

Sud Sudan: Unicef-wfp, insieme per portare aiuti nell'aree piu' remote

28 marzo 2014 | 17.30
LETTURA: 1 minuti

oltre 3,7 milioni di persone sono a rischio di grave insicurezza alimentare

Roma, 28 mar. (Adnkronos) - In Sud Sudan oltre 3,7 milioni di persone sono a rischio di grave insicurezza alimentare, epidemie e malnutrizione acuta. Circa 700.000 persone sono sfollate all’interno del paese, tra cui 379.000 sono bambini. Oggi è stata avviata un’immediata operazione per la distribuzione di alimenti, vaccini, supplementi nutrizionali e altri aiuti salva vita in una delle aeree più isolate e coinvolte dal conflitto in Sud Sudan. L’operazione è parte di un impegno congiunto dell’Unicef e del Wfp/Programma Alimentare Mondiale.

Attraverso elicotteri e aerei, l’Unicef e il Wfp hanno iniziato oggi le operazioni di assistenza per 30.000 persone che hanno urgente bisogno di aiuto ad Akobo, nello stato del Jonglei, vicino al confine con l’Etiopia. Le due agenzie hanno stabilito dei punti di emergenza per la distribuzione di alimenti, medicinali, per garantire protezione, istruzione e servizi igienico sanitari.

Akobo è la prima zona che le due agenzie stanno raggiungendo attraverso una nuova strategia congiunta. Altre 14 missioni sono programmate per il prossimo mese per dare aiuto ad altre 250.000 persone delle comunità colpite dal conflitto negli stati del Jonglei, Upper Nile e Unity, che si trovano in aree remote. Si prevede che altre agenzie si uniscano alla partnership. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza