cerca CERCA
Sabato 13 Agosto 2022
Aggiornato: 08:25
Temi caldi

Caso Annibali: Lucia, impossibile prevedere una cosa del genere

29 marzo 2014 | 20.08
LETTURA: 1 minuti

Pesaro, 29 mar. - (Adnkronos) - ''Non è possibile prevedere una cosa del genere e comunque ho fatto pace con me stessa quando ero in ospedale, ora io sono assolutamente serena''. Lo ha detto Lucia Annibali, l'avvocato sfregiata con l'acido il 16 aprile 2013, rispondendo a chi gli chiedeva se si fosse mai rimproverata di non essere riuscita a evitare quanto accaduto, nella conferenza stampa dopo la sentenza di condanna a 20 anni di reclusione per il suo ex Luca Varani.

''Il momento più bello è stato quando mi sono rialzata dal letto dopo un mese e mezzo di ospedale e rendermi conto di poter vedere, ancora male, ma che almeno non ero rimasta cieca - ha aggiunto - Il momento più brutto è stato quando ho realizzato che avevo questo acido in viso che mi stava corrodendo e che sarei anche potuta morire''.

''Agli ustionati voglio dire di crederci sempre, ogni giorno, perché è un percorso molto lungo, molto difficile e doloroso e quindi di non perdere mai la speranza, di pensare che comunque si puo' tornare alla vita anche se non si è perfetti, questo non vuol dire niente, l'importante è davvero quello che si ha dentro - ha sottolineato - Un ustionato ha grandi risorse dentro di sé perché deve lottare ogni giorno, sopportare tanto dolore per tanto tempo''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza