cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Pedofilia: Bagnasco, no obbligo denuncia per rispetto vittime (2)

29 marzo 2014 | 13.06
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - "Bisogna essere molto attenti - ha precisato il cardinale - affinché noi sacerdoti, noi vescovi, non andiamo a mancare gravemente di rispetto alla privacy, alla discrezione, alla riservatezza e anche ai drammi di eventuali vittime che non vogliano essere messe in piazza, brutalmente parlando. Questo è un aspetto su cui noi pastori abbiamo molto riflettuto e questa ragione ci è parsa importantissima".

Secondo il presidente della Cei, quindi, "si può decidere" se denunciare o meno i casi di pedofilia "a seconda della posizione dei familiari delle vittime. Questa questione - ha precisato - rientra in un contesto più ampio, in cui il punto fondamentale è la cooperazione con l'autorità giudiziaria. Per noi -ha concluso il porporato - l'obbligo morale è ben più forte e cogente dell'obbligo giuridico, ne è il presupposto e impegna la Chiesa a fare tutto il possibile per le vittime".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza