cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 15:16
Temi caldi

Notizie Flash: 2/a edizione - L'economia (9)

29 marzo 2014 | 15.51
LETTURA: 1 minuti

Roma. ''Aver risolto una vertenza che riguardava 24.000 lavoratori ex Lsu, e dei cosiddetti appalti storici, che svolgono servizi di pulizia presso circa 4.200 scuole pubbliche, e' certamente un fatto positivo che dimostra come il sindacato continui a fare accordi a dispetto di tante critiche ingiustificate e spesso pretestuose''. Cosi commenta il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni l'intesa siglata dalle confederazioni sindacali e dai sindacati di categoria con i ministeri del lavoro e della istruzione, sulla vertenza dei lavoratori addetti alle pulizie delle scuole. La soluzione individuata, rileva il leader della Cisl, ''evita non solo i licenziamenti dei lavoratori, che sarebbero scattati il primo aprile 2014, ma attraverso un percorso di politiche attive del lavoro e di formazione, riqualifica questi lavoratori in modo da accrescerne le competenze professionali utili a svolgere nuovi servizi come il ripristino del decoro e la funzionalità degli immobili adibiti ad edifici scolastici'', sottolinea Bonanni. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza