cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Notizie Flash: 1/a edizione - L'estero (7)

29 marzo 2014 | 12.41
LETTURA: 1 minuti

Perth. Tra le acque dell'Oceano Indiano un aereo militare cinese ha individuato tre oggetti sospetti nella nuova zona di ricerche del volo MH370, scomparso l'8 marzo, con 239 persone a bordo. Come ha riferito l'agenzia di stampa cinese Xinhua, gli oggetti galleggianti, di colore bianco, rosso e arancione, sono stati segnalati alle autorità australiane, che guidano le ricerche internazionali. Sempre oggi, due navi cinesi hanno raggiunto la nuova zona delle ricerche individuata ieri. L'Australian Maritime Safety Authority (Amsa) ha riferito che le condizioni meteo sono favorevoli, ma potrebbero "peggiorare durante la giornata".Lunedì scorso le autorità malesi avevanp dichiarato che il volo della Malaysia Airlines si è inabissato nella parte meridionale dell'Oceano Indiano. Ieri, l'area delle ricerche è stata spostata in una zona situata a circa 1.100 chilometri a nordest della zona di monitoraggio iniziale. La nuova area adesso è di circa 319mila chilometri quadrati, a circa 1.850 chilometri a ovest della città di Perth. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza