cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 11:50
Temi caldi

Notizie Flash: 3/a edizione - L'interno (4)

29 marzo 2014 | 18.50
LETTURA: 1 minuti

Agrigento. "Angelino Alfano ha dimostrato una grande responsabilita' quando ha capito che se avessimo seguito la volonta' di Berlusconi di distruggere tutto e tutti, il Paese sarebbe venuto fuori in bancarotta. Siamo cresciuti con Berlusocni ma non abbiamo accettato di entrare in un partito di destra estrema e non il partito del '94". Lo ha detto presidente del Nuovo centrodestra intervenendo ad Agrigento alla convention del partito con il ministro dell'Interno Angelino Alfano. "Il 2 ottobre ero ancora capogruppo e dissi a Berlusconi che avrei votato la sfiducia a Letta ma che non mi sentivo di fare un intervento contro il governo Letta perche' sarebbe stato un errore -racconta- e Berlusconi cambio' responsabilmente idea, la fiducia venne cosi' votata ma dall'indomani ci fu un'onda non dico di violenza ma quasi vendicativa nei confronti di chi pensava che prima veniva il Paese".(segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza