cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

F1: Gp Malesia, piloti potranno scegliere con quali gomme partire (2)

29 marzo 2014 | 21.26
LETTURA: 1 minuti

Hembery (Pirelli), in condizioni asciutte attesi 2-3 pit stop

(Adnkronos) - "Le qualifiche di oggi sono state un buon test per le gomme intermedie e full wet, che si sono comportate molto bene su monoposto 2014 che presentano specifiche molto diverse", ha dichiarato il direttore motorsport Pirelli Paul Hembery.

"Nonostante le alte temperature e l’asfalto abrasivo, abbiamo visto un degrado molto basso delle gomme da bagnato estremo, segno che c’è stato un miglioramento del profilo d’usura di questa gomma, dato dal nuovo design -prosegue Hembery-. Anche le gomme intermedie hanno fatto un ottimo lavoro, ma la verità è che l’usura e il degrado di questi pneumatici dipendono molto dalla pioggia, il che rende difficile arrivare a delle conclusioni univoche".

"Tuttavia, non abbiamo ricevuto alcuna lamentela da parte dei Team per l’aquaplanning, nonostante le condizioni estreme di oggi, ed è un risultato ottimo se si considera che queste gomme da bagnato sono state sviluppate in una sola sessione di test con la Renault 2010 e durante un imprevisto giorno di pioggia a Barcellona, con una Red Bull 2011. Il lavoro fatto dai nostri ingegneri è stato davvero eccezionale. Domani -conclude il direttore motorsport Pirelli- ci aspettiamo una strategia a 2 o 3 pit stop, se il tempo rimarrà asciutto: studieremo i dati stasera per avere un’idea più precisa. Senza dimenticare il vantaggio per i piloti di aver conservato delle gomme slick".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza