cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Crisi: Caritas, in Italia separati e divorziati sono i nuovi poveri (6)

30 marzo 2014 | 17.12
LETTURA: 1 minuti

Nel post separazione il 66,1% ammette problemi acquisto di cibo e vestiario

(Adnkronos) - Anche rispetto all’accesso ai beni di prima necessità (cibo e vestiario) si evidenziano situazioni di grave difficoltà. Dalle interviste fatte per il Rapporto caritas, emerge che già prima della separazione una percentuale non trascurabile di intervistati aveva sperimentato situazioni di grave affaticamento: il 23,7% ammette, infatti, di aver avuto problemi nell’acquisto di cibo e vestiario. Nel post separazione però tale percentuale sale addirittura al 66,1%.

Tra gli utenti Caritas (escludendo quindi gli intervistati della rete CFC) a sperimentare situazioni di grave deprivazione sono 8 intervistati su 10 (l’81,7%).

Per far fronte a tali difficoltà, in molti (soprattutto della rete Caritas) fanno riferimento a servizi socio-assistenziali del territorio, in particolare ai centri di distribuzione beni primari (49,3%), le mense (28,8%) e gli empori/magazzini solidali (12,9%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza