cerca CERCA
Domenica 07 Agosto 2022
Aggiornato: 21:54
Temi caldi

Crisi: Caritas, mappa di 'un universo di disagio', ecco nuove forme poverta'

30 marzo 2014 | 17.33
LETTURA: 1 minuti

Rapporto 'False partenze', sempre piu' italiani in fila davanti Centro Ascolto

Roma, 30 mar. (Adnkronos) - Un ''universo di disagio'' bussa alle porte della Caritas. E a oltre cinque anni dallo scoppio della crisi economica, si evidenziano alcune ''importanti dinamiche di povertà'': lo segnala il nuovo Rapporto Caritas 2014 su povertà ed esclusione sociale in Italia, dal titolo 'False partenze', che apre una finestra sul fenomeno della povertà in Italia secondo l’esperienza di ascolto, osservazione e animazione svolta dalla 220 Caritas diocesane presenti sul territorio nazionale.

I dati relativi al biennio 2012-2013 segnalano situazioni non sempre uniformi: aumenta la richiesta di aiuto, la fila di persone davanti ai Centri di Ascolto si allunga, ma non tutte le persone in difficoltà sono prese in carico dai CdA. Tale fenomeno è dovuto alla crescente complessità dei casi sociali, che richiedono tempi lunghi di ascolto e colloqui ripetuti nel tempo. Per tale motivo, accanto ad alcune diocesi dove gli utenti Caritas aumentano, ve ne sono altre dove tale numero appare in diminuzione.

E' confermata la crescente presenza degli italiani, che in alcuni casi raggiungono e superano la maggioranza assoluta delle presenze nei Centri di Ascolto; ceto medio e gruppi sociali tradizionalmente estranei al disagio sociale sono sempre più coinvolti dalla vulnerabilità economica. Non tutte le persone e le famiglie in difficoltà economica si rivolgono alla Caritas o ad altri enti simili; - ceto medio e nuove povertà familiari si rivolgono o sono agganciate da servizi spesso innovativi, non sempre coincidenti con le tradizionali strutture di aiuto. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza