cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 21:21
Temi caldi

Mafia: 29 anni fa la strage di Pizzolungo, una settimana per non dimenticare (3)

30 marzo 2014 | 17.55
LETTURA: 2 minuti

In programma manifestazioni sportive per insegnare il rispetto delle regole e delle persone

(Adnkronos) - "Non ti scordar di me" con a fianco le forme stilizzate di una donna che tiene per mano due bambini è il logo della manifestazione, che ha per slogan, quest'anno, 'Sport, diritti e legalità'. "Utilizziamo i linguaggi vicini ai ragazzi - spiega Tranchida - per veicolare messaggi positivi. Lo sport è innanzitutto gioco di squadra e rispetto delle regole e da queste parti sono proprio i giovani a richiamare l'attenzione degli adulti sui temi della legalità, dell'integrazione, del rifiuto di ogni forma di discriminazione. Se è merito della magistratura e delle forze dell'ordine aver inflitto colpi durissimi a Cosa nostra - aggiunge -, ai giovani va riconosciuto un fermento, una ribellione civile che fa ben sperare".

"Non ti scordar di me" è una settimana densi di appuntamenti, manifestazioni sportive, spettacoli, incontri e dibattiti, che vede protagonisti diversi soggetti che nella società civile, a vario titolo, indirizzano il loro impegno in difesa della democrazia, della libertà, della legalità e del rispetto delle regole contro ogni forma di mafia. Dopo le mini olimpiadi ericine, con incontri di volley, basket e calcio tra le scuole primarie e secondarie di primo grado della città, e il dibattito sullo sport come strumento di condivisione ed integrazione con atleti ed amministratori locali, che hanno aperto la manifestazione, domani, alle 9.30 al Pala Cardella, sarà la volta di 'Diamo un calcio al razzismo', triangolare di calcio con squadre miste, composte dagli alunni delle scuole superiori di Erice e da 10 ragazzi immigrati, richiedenti asilo politico ospiti dei centri di accoglienza Solidalia, e con un testimonial di eccezione: il Trapani Calcio.

Martedì, invece, al seminario vescovile, sempre alle 9.30, gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Erice incontreranno i ragazzi del Dipartimento di giustizia minorile di Trieste, Milano, Napoli, Potenza e Trapani. Prevista la partecipazione oltre che del sindaco Tranchida anche di Andrea Tarondo, pubblico ministero di Trapani; e di Pietro Maria Fragnelli, vescovo di Trapani. Alle 21, invece, andrà in scena "Il Testimone" spettacolo teatrale dedicato a Giangiacomo Ciaccio Montalto. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza