cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 05:43
Temi caldi

Terremoto: mons. D'Ercole, rinascita L'Aquila solo superando interessi privati (2)

30 marzo 2014 | 11.45
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - Quanto allo stato d'animo della cittadinanza, monsignor D'Ercole spiega: "la mia sensazione è che non bisogna perdere tempo perchè c'è un limite oltre il quale la gente cade in una forma di depressione sociale. Sicuramente - riferisce - i cittadini sono in una fase di silenzio, quasi rassegnato e purtroppo vicino allo scoraggiamento. Per questo deve esserci un impegno da parte di chi ha responsabilità, a tutti i livelli, a superare le tentazioni che dividono e a cercare un punto d'incontro per accelerare la ricostruzione. Ricostruzione che non è solo affidata a ingegneri, architetti e ditte, ma soprattutto alla gente, a tutti i responsabili civili e religiosi", ribadisce.

"L'opera di ricostruzione, infatti - osserva - non è solo materiale ma anche umana e spirituale. E la diocesi, soprattutto con l'arrivo del nuovo arcivescovo, in linea con quanto si era fatto finora, sta mettendo il massimo impegno, aprendosi a una collaborazione con tutti, nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità di ciascuno", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza