cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Letteratura: dal 2 al 5 aprile a Venezia 'Incroci di civilta' 2014' (3)

30 marzo 2014 | 16.08
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - "Incroci di civiltà -gli fa eco Silvia Burini, Prorettore alle Produzioni culturali di Ca’ Foscari- anche quest’anno continua a proporre nuove piste che tematizzano l’incrocio dei linguaggi. Dopo l’esperimento dello scorso anno con Francesco Jodice, anche in questa edizione ci sarà un artista visuale che offrirà la sua prospettiva sul festival. Si tratta del grande fotografo Boris Mikhailov, voluto fortemente dal festival e da Palazzo Grassi sempre prezioso complice disponibile ad accogliere nuovi progetti; Francesco Jodice e Boris Mikhailov si passeranno il testimone durante la cerimonia inaugurale. L’audiodramma a teatro — Il giardino di Gaia di Massimo Carlotto — che vedremo al Teatro Goldoni nell’anteprima ad Incroci martedì 1 aprile è un altro esempio dell’attenzione di Incroci di civiltà alla commistione sperimentale di linguaggi diversi".

Pia Masiero, alla sua seconda esperienza da direttore del Festival Incroci di Civiltà sottolinea poi tutto quello che ruota intorno al festival: "Alle tradizionali conversazioni con gli autori che sono il cuore di Incroci di civiltà fin dalla sua prima edizione, si aggiungono progetti che mettono a tema il festival: Incroci on Air che inaugura la presenza del festival alla Radio (Cantieri di Radio 3) grazie al corso di 'Cultura alla radio' che si sta svolgendo a Ca’ Foscari a cura di Pietro Dal Soldà, il potenziamento della residenzialità degli scrittori - ben quattro autori si fermano a Venezia per un periodo più lungo grazie al supporto del Centro veneziano di studi ebraici internazionali - un laboratorio per bambini all’interno del progetto Ca’rte Lab 'L’autore sono io', laboratorio creativo di costruzione del libro previsto per sabato 5 aprile ore 11 presso gli spazi espositivi dell'università Ca' Foscari".

Il festival offre l'occasione di conoscere paesi solitamente affidati alla cronaca (Grecia, Iran, Siria, Kenya, Tunisia) attraverso un mezzo, quello letterario e narrativo, che permette di illuminare il cuore di queste culture e conoscere attraverso storie di vita quotidiana le pieghe più nascoste di queste realtà travagliate. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza