cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Storia: Matilde di Canossa 900 anni dopo, legge per ricordare figura e luoghi /Adnkronos (2)

30 marzo 2014 | 13.28
LETTURA: 1 minuti

conoscere, conservare e consolidare terre matildiche

(Adnkronos) - La proposta di legge presentata da Incerti, Carra e Marchi ha anche l'obiettivo perciò "di sostenere la salvaguardia e la promozione culturale, ambientale e turistica dei territori un tempo dominati dalla contessa: terre definite matildiche, che si caratterizzano per la presenza di castelli e di pievi intervallati da un capillare sistema di assistenza ai viandanti fatto di monasteri e di ospizi per pellegrini". Un paesaggio "simbolo di un preciso e storicamente ben individuabile sistema politico, sociale e religioso", che "ci ha consegnato preziose eredità culturali e ambientali che è necessario conoscere, conservare e consolidare affinché di esso sia consegnata memoria ai posteri".

Il riferimento è in particolare alla zona a nord del Po e l’Adda, al Mincio e al lago d’Iseo, all’intero corso del Po dalle confluenze dell’Adda e del Taro fino alle valli di Comacchio, ai territori a sud del Po compresi fra il Taro e il Reno in Emilia, il monte Cimino a sud, la costa tirrenica a ovest e la dorsale dell’Appennino tosco-emiliano a est.

Il testo proposto perciò chiede innanzi tutto che "lo Stato, nell’ambito delle sue finalità culturali di tutela e di valorizzazione del patrimonio storico, culturale, ambientale, artistico e paesaggistico", riconosca "il ruolo della figura di Matilde di Canossa nella storia italiana ed europea e, in vista del nono centenario della sua scomparsa", promuova "interventi per lo studio e la valorizzazione" della sua figura e dei territori matildici.(segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza