cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Gas: 60% import da Russia ma possibile diversificare (2)

30 marzo 2014 | 14.38
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - In presenza di un forte calo della domanda interna, infatti, i grandi importatori sono riusciti lo scorso anno a ottenere dall’Algeria una riduzione (in parte temporanea) degli obblighi minimi di ritiro di gas (take or pay). Ciò ha consentito per il momento di accelerare al massimo l’import dalla Russia, verso la quale le imprese sono vincolate da obblighi di prelievo altrettanto stringenti.

Ogni decisione in tema di offerta di gas non può comunque prescindere dall’andamento della domanda, in forte calo negli ultimi anni. Non è facile prevedere quanto tempo ci vorrà per tornare ai livelli degli anni 2005 (oltre 86 miliardi di mc), 2006, 2007, 2008 (quasi 85 miliardi), prima dell’arrivo della crisi economica, che tuttavia non può essere che una concausa del crollo.

La grande industria, per esempio, ha attraversato una fase di profonda ristrutturazione che è iniziata ben prima della crisi che comunque ha accelerato una corsa alla riduzione dei consumi (e dei costi) energetici, il cui traguardo è considerato un fondamentale fattore di competizione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza