cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 12:23
Temi caldi

Notizie Flash: 2/a edizione - L'estero (3)

30 marzo 2014 | 18.34
LETTURA: 1 minuti

Berlino. Sulla crisi ucraina, la Russia ha violato il principio della sovranità degli Stati, indebolendo il rispetto del diritto internazionale. A rilanciare l'accusa è stato il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, in un articolo scritto per il domenicale tedesco "Welt am Sonntag" e intitolato "Il diritto di scegliere". "La Russia ha violato il principio secondo il quale ogni Stato è sovrano e libero di scegliere il proprio destino - ha detto Rasmussen, osservando come questo principio abbia permesso all'Europa di superare le divisioni della Guerra Fredda, "questo è quello che ha fatto la Nato" - La crisi in Ucraina ricorda a tutti noi che dobbiamo difendere questo principio". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza