cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 16:51
Temi caldi

Riforme: Renzi, rispetto per Grasso ma no a status quo

30 marzo 2014 | 13.23
LETTURA: 1 minuti

Governo non molla, musica va cambiata - Domani in Cdm ddl costituzionale

Roma, 30 mar. (Adnkronos) - "Il governo non molla" e domani in Cdm "il governo presenterà un ddl costituzionale che dice: basta al Senato come lo conosciamo adesso, riduzione del numero dei parlamentari, il più alto d'Europa, semplificazione del procedimento legislativo e anche semplificazione dei poteri tra le regioni e lo Stato". Lo ha detto al Tg2 il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

"Il punto centrale è che il governo su questa linea non molla: ridare credibilità alle istituzioni e alla politica passa attraverso i sacrifici per i politici, altrimenti si continua così e non si va da nessuna parte", ha aggiunto. Sull'intervista di Pietro Grasso, Renzi ha detto: "Ho grande rispetto per il Senato, ho grande rispetto per il presidente del Senato e capisco che debba difendere l'istituzione che rappresenta, ma il vero modo per difendere il Senato non è fare una battaglia conservatrice tesa a mantenere lo status quo; è prendere atto dei paletti che ci siamo dati".

E quindi "mai più voto di fiducia, mai più voto di bilancio, riduzione del numero dei parlamentari e delle indennità, quindi chi sta in Senato è un rappresentante delle istituzioni che non viene pagato, un sindaco un presidente di Regione, non un senatore pagato per questo". Il Senato manterrà il suo ruolo nelle leggi costituzionali e nell'elezione del Presidente della Repubblica, ma "mai più bicameralismo perfetto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza