cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 05:43
Temi caldi

Calcio: Guidolin, Scuffet ragazzo corazzzato ed equilibrato

30 marzo 2014 | 15.26
LETTURA: 1 minuti

Udine, 30 mar. - (Adnkronos) - "Il ragazzo è corazzato ed equilibrato. Ho già parlato con lui, deve vivere questo momento con entusiasmo, serenità e concentrazione". Lo dice il tecnico dell'Udinese Francesco Guidolin in merito al momento d'oro che sta vivendo Simone Scuffet, il 17enne portiere diventato titolare dei friulani e protagonista giovedì scorso contro l'Inter a San Siro. Guidolin nella conferenza stampa alla vigilia del match con il Catania passa poi a parlare della sfida con gli etnei. "E' una grande occasione per centrare in anticipo la salvezza e dobbiamo provarci con tutte le forze. Il gruppo è consapevole dell'importanza di questo incontro. Se saremo bravi da domani ci concentreremo su altri obiettivi, ovvero proveremo a raggiungere le squadre che stanno davanti a noi". L'allenatore di Castelfranco Veneto non crede a un Catania in disarmo malgrado l'ultimo posto in classifica: "Il Catania crede ancora nella possibilità di salvarsi è giocherà con grande determinazione fino alla fine. Ci sono ancora tanti punti a disposizione e diversi scontri diretti".

Guidolin non può essere soddisfatto della stagione dell'Udinese ma dopo tre anni fantastici sottolinea che un'annata storta possa anche starci: "Il bilancio lo faremo alla fine ma se abbiamo questa classifica vuol dire che la meritiamo. Non sempre si può stare la davanti, i miei complimenti invece a Atalanta e Parma, che stanno facendo cose straordinarie". Il mister dell'Udinese chiude dando qualche spunto sulla formazione: "Rientreranno giocatori freschi come Di Natale, Pinzi e Basta. Bruno Fernandes ha un problemino, ma è giovane. Il portoghese si è meritato lo spazio ricevuto: è bravo tecnicamente, si è calato con molta intelligenza nella nostra realtà e ha dimostrato una certa sensibilità. Muriel e Di Natale insieme? Si può fare, ma bisogna cambiare quasi tutto l'assetto tattico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza