cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 09:14
Temi caldi

Aborto: M5S, no a fondo Nasko Lombardia e a ipocrisie su tutela maternita'

31 marzo 2014 | 19.26
LETTURA: 1 minuti

Sostegno sia indipendente da volonta' certificata di non interrompere gravidanza

Milano, 31 mar. (Adnkronos Salute) - "Basta ipocrisie" sul sostegno alla maternità. "M5S Lombardia è contrario ai fondi Nasko e Cresco", istituiti rispettivamente per sostenere donne incinte in difficoltà economica che scelgono di non abortire e per garantire un'alimentazione sana a mamme e bebè in stato di povertà. A spiegarlo è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Paola Macchi che, in una nota, chiarisce anche i motivi di questa contrarietà: "M5S ritiene che la maternità delle madri in situazione di fragilità economica e non solo vada tutelata indipendentemente da una annunciata, e certificata, volontà di rinunciare all'aborto".

E intervenendo in merito alle modifiche dei criteri di accesso ai fondi, proposte dall'assessorato alla Famiglia, solidarietà sociale e volontariato, Macchi aggiunge che "la legge 194 per la tutela della maternità va applicata interamente, rispettando l'autodeterminazione delle donne. I fondi avrebbero migliore destinazione se venissero usati per sostenere tutte le donne in gravidanza e le neo mamme con disagi economici. E con il potenziamento dei consultori pubblici in modo da poter seguire quelle donne con problemi familiari o in stato di fragilità in un percorso che le accompagni a una scelta consapevole e senza ipocrisie di sorta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza