cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Camorra: associazione 'Caponnetto' sollecita istituzioni, Luigi Coppola ha paura

31 marzo 2014 | 11.43
LETTURA: 1 minuti

dopo ritrovamento cadavere Boscoreale, il testimone di giustizia teme per la sua incolumita'

Roma, 31 mar. (Adnkronos) - Luigi Coppola, testimone di giustizia di Boscoreale (Na), alla luce dell'ultimo ritrovamento di un cadavere carbonizzato, teme di essere in pericolo. Lo ha confidato, in una nota, all'associazione "Antonio Caponnetto", che ha deciso di indirizzare un messaggio al Ministro degli Interni, Angelino Alfano, al Vice-ministro degli Interni, Filippo Bubbico, e al Prefetto di Napoli, Francesco Musolino, per riportare l'attenzione sull' "incolumità del testimone di giustizia, Luigi Coppola, e familiari".

"Gli efferati atti di violenza che stanno caratterizzando da qualche tempo le attività della camorra nell'area nella quale risiede, con la sua famiglia, il testimone di giustizia Luigi Coppola - spiega il messaggio a firma del segretario dell'associazione, Elvio Di Cesare - inducono la scrivente associazione a nutrire fortissime preoccupazioni per l'incolumità degli stessi. Corre l'obbligo, ciò stante,di richiamare la particolare attenzione delle ss. ll. in ordine all'urgente necessità di adottare immediatamente le più adeguate misure di protezione degli stessi. Si resta in attesa di assicurazioni al riguardo".

Luigi Coppola, testimone di giustizia, in seguito alla denuncia delle estorsioni, del racket e di tutti gli episodi di violenza subiti dal 1998 in seguito all'apertura di un autosalone proprio a Boscoreale, nella nota, da cui è scaturita l'iniziativa della "Caponnetto", spiega che "la pseudovigilanza super saltuaria é diventata addirittura vigilanza zero". "Tutto ciò mi dimostra chiaramente - scrive Coppola - che per le istituzioni io e la mia famiglia valiamo zero".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza