cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Bnl Unipol: giudici Milano, prescrizione per Silvio e Paolo Berlusconi (2)

31 marzo 2014 | 18.15
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - La sentenza dei giudici accoglie dunque la richiesta del pg Daniela Meliota che aveva chiesto la prescrizione per i due imputati. L'ex premier in primo grado era stato condannato a un anno di carcere con l'accusa di concorso in rivelazioni di segreto d'ufficio per il passaggio di mano dell'intercettazione tra Piero Fassino e Giovanni Consorte nella tentata scalata di Unipol a Bnl. Paolo Berlusconi era stato invece condannato in primo grado a due anni e tre mesi per concorso in rivelazione di segreto d'ufficio per l'intercettazione con la famosa frase ('Abbiamo una banca') pubblicata il 13 dicembre 2005 dal quotidiano 'Il Giornale'.

Al centro dell'inchiesta c'è il nastro che l'ex premier avrebbe ascoltato, alla vigilia di Natale, nella sua villa di Arcore. Un nastro portato da due imprenditori, Roberto Raffaelli e Fabrizio Favata, i quali l'avrebbero estratto da i pc della Procura di Milano quando non era ancora depositato agli atti. Un'intercettazione che Silvio Berlusconi ha sempre sostenuto di non aver sentito, ma la cui pubblicazione danneggia Piero Fassino allora segretario Ds. Per l'esponente politico i giudici di primo grado hanno stabilito un risarcimento di 80mila euro, piu' 10mila euro di spese legali. Risarcimento oggi confermato. La difesa di Silvio Berlusconi che oggi aveva chiesto insieme ai legali di Paolo Berlusconi l'assoluzione dei due imputati preferisce non commentare. "Non commento, preferisco attendere di leggere le motivazioni" dice Piero Longo lasciando l'aula del Tribunale di Milano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza