cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Giustizia: Cnf a Orlando, documento per riforma processo civile (2)

31 marzo 2014 | 14.01
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - Quanto agli istituti alternativi alla giurisdizione, il Cnf spiega che si tratta di ''previsioni nuove, che coinvolgono direttamente gli avvocati e sono alternative anche alla mediazione obbligatoria''. Innanzitutto ''il passaggio, a richiesta delle parti, dal giudice ordinario a una Camera arbitrale istituita presso gli Ordini forensi, di una causa, per favornire la conclusione con tempi celeri e costi favorevoli. La misura cosiddetta della 'translatio iudici' dovrebbe contare sulla previsione di incentivi fiscali (come l’esenzione dall’imposta di registro o aliquote agevolate)''.

Ancora, ''la negoziazione assistita dagli avvocati, alternativa alla mediazione obbligatoria, con il potere dell’avvocato di autenticare le firme delle parti e di attestarne la volontà: potere che produrrebbe semplificazione e meno costi a carico di quest’ultime. Di rilievo, nell’ambito dell’istituto, l’assegnazione agli avvocati delle materie relative ai procedimenti di separazione personale e divorzio ove non vi siano figli minori. L’accordo officiato dall’avvocato dovrà poi essere omologato dal giudice, acquisendo così efficacia di titolo esecutivo e per la trascrizione''.

Infine, ''procedimento preliminare al contenzioso civile, una forma facoltativa di arbitrato agli atti, sempre svolto dalle camere arbitrali degli avvocati, anch’esso alternativo alla mediazione obbligatoria. Nella direzione di un riconoscimento del potere certificativo dell’avvocato va la proposta emersa al tavolo, di assegnare allo stesso il potere di emettere una ingiunzione di pagamento, opponibile in sede giudiziale''. Il Cnf ''coltiva, inoltre, la proposta di riconoscere al difensore il potere di autenticare le copie di tutti gli atti del processo. Quanto alla fase esecutiva del processo, chiede di favorire l’accesso del difensore alle diverse banche dati, previa autorizzazione del giudice, per valutare se esperire una procedura esecutiva''.(segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza