cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Immigrati: Unhcr e ministero Lavoro, nuova area protezione internazionale (2)

31 marzo 2014 | 18.47
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - La nuova area del Portale integrazione migranti, spiegano ministero e Unhcr, ha lo scopo di promuovere una mappatura dei servizi e dei progetti dedicati ai richiedenti e ai titolari di protezione internazionale o umanitaria su tutto il territorio nazionale. Il lavoro di ricerca ha coinvolto diverse decine di enti e istituzioni pubbliche e del privato sociale. L’area protezione internazionale del portale vuole essere uno strumento di informazione e orientamento per gli operatori del settore e per gli stessi richiedenti e titolari di protezione.

La salute, la tutela legale e l’integrazione costituiscono il fulcro della nuova area. In particolare, per quanto riguarda la tutela della salute, si è data visibilità ai servizi di tutela psicologica e psichiatrica rivolti alle persone che hanno subito gravi violenze o torture nel paese di origine o durante il viaggio. I servizi mappati di orientamento e tutela legale prevedono una forte specializzazione in merito alla normativa sull’asilo e riguardano, ad esempio, i percorsi di preparazione ai colloqui con la Commissione per il riconoscimento dello status di rifugiato o l’accesso al diritto alla difesa.

I progetti di integrazione presentano esperienze nel campo del lavoro, della formazione, dell’autonomia abitativa, della cultura o dello sport, con l’obiettivo di dare visibilità a iniziative locali virtuose potenzialmente replicabili in altri contesti territoriali. Sono inoltre presenti informazioni dedicate alle procedure amministrative che hanno delle specificità rispetto ai richiedenti/titolari protezione internazionale. Protezione internazionale è un’area dinamica e aperta al contributo di tutti coloro che operano in questo specifico settore. All’indirizzo della redazione del Portale redazioneintegrazione@lavoro.gov.it possono essere segnalati nuovi servizi o progetti rivolti a richiedenti e titolari di protezione internazionale o umanitaria cosí come pubblicazioni, notizie, iniziative ed eventi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza