cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Ricerca: Arisla, scoperta gene Sla dimostra alto livello scienziati italiani

31 marzo 2014 | 12.49
LETTURA: 1 minuti

Melazzini, lavorare secondo criteri validati e finanziare merito premia

Milano, 31 mar. (Adnkronos Salute) - Il traguardo raggiunto dai ricercatori italiani che hanno identificato un nuovo gene principale causa della sclerosi laterale amiotrofica, dimostra "che nel nostro Paese è possibile fare ricerca ad altissimo livello e con straordinari risultati". Ne è convinto Mario Melazzini, presidente di Arisla, fondazione italiana di ricerca per la Sla, fra gli enti finanziatori dello studio 'made in Italy' che si è guadagnato la copertina di 'Nature Neuroscience'.

"La ricerca, svolta secondo criteri metodologicamente validati e finanziata secondo principi meritocratici, viene ancora una volta premiata", commenta il medico, malato di Sla, che è anche assessore alle Attività produttive, ricerca e innovazione della Regione Lombardia. Gli autori dello studio sono i ricercatori italiani del consorzio 'Italsgen', che riunisce 14 centri universitari ed ospedalieri italiani che si sono uniti per la lotta contro la Sla. Arisla ha contribuito a finanziare la parte italiana della ricerca, nell'ambito del progetto 'Sardinials', risultato tra i vincitori del Bando Arisla 2011. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza