cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 09:38
Temi caldi

Terremoto: Bologna, Pieve di Cento rinasce con la banda ultra larga

31 marzo 2014 | 11.59
LETTURA: 1 minuti

operazione a costo zero grazie a collaborazione tra istituzioni e imprese

Bologna, 31 mar. - (Adnkronos) - Dopo il sisma del 2012, Pieve di Cento, Comune di 7mila abitanti in provincia di Bologna, rinasce sotto il segno dell'innovazione portando in paese la banda ultra larga grazie alla tecnologia Ftth (Fiber To The Home), che oggi fornisce le maggiori performance possibili consentendo alla fibra ottica di arrivare direttamente all'utenza senza intermediazioni di altre tecnologie.

Si tratta di un modello di innovazione a costo zero per il Comune, reso possibile dalla collaborazione tra pubblico e privato. L'intervento è stato agevolato, infatti, dalla disponibilità delle tubazioni di proprietà comunale e dall’investimento del piccolo operatore locale Nexus srl per la realizzazione del cablaggio in fibra ottica, ma anche dalla presenza della la rete di Lepida SpA, società in house di telecomunicazioni e servizi online degli enti locali emiliano-romagnoli. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza