cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 05:43
Temi caldi

Energia: Mediterraneo unito per dare impulso alle rinnovabili

31 marzo 2014 | 14.06
LETTURA: 1 minuti

domani ad Alessandria d'Egitto il progetto GR.ENE.CO. Sardegna capofila

Roma, 31 mar. (Adnkronos) - Contribuire alla riduzione dell’uso delle fonti energetiche non rinnovabili nel bacino del Mediterraneo, diffondendo e rafforzando l’uso delle energie verdi, soprattutto a livello agricolo. È questo l’obiettivo del progetto GR.ENE.CO- Green Energy for Green Companies del valore di circa 2 milioni di euro, finanziato dal programma europeo di cooperazione transfrontaliera ENPI CBC MED con un contributo di 1.797.457,50 €. Il progetto sarà presentato nel corso del kick-off meeting che si terrà domani ad Alessandria (Egitto).

Il GAL Sarcidano Barbagia di Seulo, con sede in Sardegna, è il soggetto capofila. Nel progetto di cooperazione internazionale sono coinvolti altri 9 partner: ll’Università di Alessandria d’Egitto, l’Università Araba di Beirut e il Ministero dell’Agricoltura libanese, la Camera di Commercio Italo Araba, la Camera di Commercio di Nuoro, TecnoMarche Parco scientifico e tecnologico delle Marche, ITABIA - Associazione italiana delle biomasse, IPSAR - Istituto professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e l’Ente foreste della Sardegna.

GR.ENE.CO si rivolge principalmente alle amministrazioni pubbliche, alle aziende agricole e alle piccole e medie imprese che operano nel settore delle energie verdi, nell’intento di diffondere le fonti energetiche rinnovabili e assicurare livelli ottimali di efficienza energetica alle stesse imprese, rafforzando la capacità d’innovazione, la gestione e l’azione di networking attraverso il ricorso al “Network di Strumenti Verdi”. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza