cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 10:26
Temi caldi

Energia: nasce il manifesto Europeo contro gli sprechi degli edifici

31 marzo 2014 | 12.47
LETTURA: 1 minuti

Dal 2 aprile al via la raccolta di firme dei parlamentari europei

Milano, 31 mar. - (Adnkronos) - Abbattere le emissioni del 40% entro il 2030 e dell’80% da qui al 2050. Risparmiare ben 240 miliardi di euro all’anno. Creare 2 milioni di nuovi posti di lavoro. Sensibiliizzare parlamentari e governi europei sui temi degli effetti positivi di un’azione strategica di riqualificazione del patrimonio immobiliare del vecchio continente. Sono questi obiettivi di Renovate Europe, l’iniziativa europea che mira a sensibilizzare istituzioni e cittadini dei 28 paesi dell’Unione Europea sui temi della riqualificazione energetica, che lancia il primo manifesto comune contro gli sprechi energetici negli edifici e che, a partire dal 2 aprile, coinvolgerà parlamentari europei e capi di governo nel nome della riqualificazione energetica.

Renovate Europe è una campagna promossa da ben 31 sostenitori, che riuniscono associazioni non governative, enti locali, sindacati, gruppi di esperti e il settore terziario. A rappresentare l’Italia è Rete Irene, il primo network di imprese italiane specializzato in riqualificazione energetica e a cui è stato chiesto di diventare partner unico per il nostro Paese di Rec (Renovate Europe Campaign). Rete Irene si occuperà di promuovere e coordinare tutte le iniziative che verranno lanciate nel corso dei prossimi mesi.

I nostri edifici sono attualmente responsabili del 40% del totale del nostro consumo energetico, nonché del 36% delle emissioni di biossido di carbonio nell’atmosfera. Questa realtà non cambierà a meno che il nostro patrimonio edilizio non venga riqualificato per ridurre drasticamente il suo consumo energetico. I proprietari di abitazioni e di industrie andrebbero a risparmiare oltre 239 miliardi di euro ogni anno, incrementando l’occupazione di 2 milioni di nuovi posti entro il 2020. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza