cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Bnl Unipol: pg Milano chiede prescrizione per Berlusconi (2)

31 marzo 2014 | 13.23
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - Nel suo intervento 'lampo', il pg ha sottolineato che nel caso in cui "la prova dell'innocenza appaia di tutta evidenza" gli imputati dovrebbero essere assolti nel merito nonostante la prescrizione. "E' un non senso giuridico dire che c'è l'evidenza della conclamata innocenza dei due imputati", dunque per l'accusa "l'unica conclusione possibile" è quella di dichiarare prescritti i reati.

Al centro dell'inchiesta c'è il nastro che l'ex premier avrebbe ascoltato nella sua villa di Arcore, la vigilia di Natale. Presenti il fratello Paolo e due imprenditori, Roberto Raffaelli e Fabrizio Favata. Sono loro a portare in dono a Berlusconi la telefonata, estratta dai pc della Procura di Milano quando non era ancora depositati agli atti. Telefonata che Silvio Berlusconi ha sempre sostenuto di non aver sentito. Con quella pubblicazione su 'Il Giornale' coperta da segreto istruttorio viene 'danneggiato' Piero Fassino: è l'allora segretario Ds e le elezioni sono dietro l'angolo. Per l'esponente del Pd i giudici di primo grado hanno stabilito un risarcimento di 80 mila euro, più 10 mila euro di spese legali.

Oggi il suo legale, Carlo Federico Grosso, intervenuto dopo il pg, ha chiesto ai giudici di valutare la responsabilità penale degli imputati ai fini degli effetti della loro responsabilità civile e ha chiesto che venga confermata la colpevolezza dei fratelli Berlusconi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza