cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Grecia: ok a riforme della discordia, opposizione lascia Aula

31 marzo 2014 | 15.48
LETTURA: 1 minuti

pacchetto permettera' il rilascio nuova tranche aiuti Ue-Bce-Fmi

Roma, 31 mar. - (Adnkronos) - Via libera in Grecia alle 'riforme della discordia' a cui è condizionato il rilascio della nuova tranche del piano di salvataggio Ue.

In totale 152 su 300 i parlamentari hanno votato a favore del provvedimento omnibus concordato da Atene e la troika Ue-Bce-Fmi dopo sei mesi di estenuanti trattative, aprendo la strada ad altri 9,3 mld di prestiti, del pacchetto complessivo da 273 mld (ad oggi la Grecia ha già ricevuto 218 mld). "E' un pacchetto di misure dure ma cruciali per il futuro del paese", ha commentato il ministro delle Finanze Yannis Stournaras. Ma l'opposizione è sul piede di guerra. "Oggi il governo di Samaras ha portato l'economia e il popolo greco sempre più nel baratro" ha attaccato Alexis Tsipras, leader del partito di opposizione Syriza, lanciando un appello ai deputati per una mozione di censura contro il ministro delle Finanze ellenico. La mozione è stata respinta provocando l'uscita dall'Aula dei parlamentari di Syriza che si sono uniti alle proteste in corso all'esterno del Parlamento. "Cercano di rendere il paese ingovernabile" ha commentato il premier Antonis Samaras dopo il voto.

Il governo attende adesso l'esborso della nuova tranche di aiuti per poi avviare i negoziati con la troika per un alleggerimento degli impegni come un'estensione delle scadenze sul pagamento dei titoli di debito e un abbassamento dei tassi di interesse sui prestiti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza