cerca CERCA
Sabato 13 Agosto 2022
Aggiornato: 13:40
Temi caldi

Gsk: nuovi investimenti per 130 mln sterline in Africa (2)

31 marzo 2014 | 18.17
LETTURA: 1 minuti

Sostenere lo sviluppo di nuovi farmaci nel Continente

(Adnkronos Salute) - Un'iniziativa che nasce sulla scorta del successo dell'Open Lab di Tres Cantos, in Spagna, che offre ai ricercatori indipendenti l'accesso alle strutture, alle risorse e alle conoscenze di Gsk, allo scopo di aiutarli a portare avanti i loro progetti sulle malattie nei Paesi in via di sviluppo come la malaria, la tubercolosi e la leishmaniosi. Il nuovo Open Lab R&S per le malattie non trasmissibili in Africa vedrà i ricercatori di Gsk collaborare con i centri di ricerca in tutta l’Africa dal loro Hub R&S Gsk di Stevenage, in Gran Bretagna, per portare avanti studi epidemiologici, genetici e di intervento di alta qualità.

Obiettivo, migliorare la conoscenza delle malattie non trasmissibili in Africa. Un comitato indipendente composto da primari scienziati e clinici supervisionerà la crescita dei progetti di ricerca su queste malattie all'interno di un network dinamico e innovativo. L'Open Lab ha l'obiettivo di migliorare la conoscenza sulle specifiche caratteristiche delle Ncd nel contesto africano, come ad esempio l’apparentemente più elevata prevalenza dell’ipertensione resistente ai trattamenti e del tumore della mammella aggressivo nelle giovani donne. La speranza è che queste conoscenze offrano informazioni sulle strategie di prevenzione e di trattamento e mettano i ricercatori dell'università e dell'industria in grado di scoprire e sviluppare nuovi farmaci specificamente mirati ai bisogni dei pazienti africani. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza