cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 07:05
Temi caldi

Lavoro: Cgil, governo si confronti con sindacato, passi da annunci a fatti

31 marzo 2014 | 15.30
LETTURA: 1 minuti

Roma, 31 mar.(Adnkronos) - “Al Paese serve un governo con le idee chiare che, confrontandosi con i sindacati, passi dagli annunci ai fatti. Senza percorrere le strade sbagliate che ci hanno portato alla situazione attuale”. A ribadire le critiche all'esecutivo e' Vincenzo Scudiere, segretario nazionale della Cgil, dai microfoni di Radioarticolo1.

“Le dichiarazioni del Presidente del Consiglio dimostrano una forte volontà di cambiare il Paese, e dal punto di vista teorico è importante e condivisibile. Ma, almeno sulle questioni del lavoro, a queste dichiarazioni o non sono ancora seguiti fatti, come nel caso degli 80 euro in busta paga per i quali le coperture non sono certe, oppure si è arrivati a scelte sbagliate, ed è il caso del decreto Poletti”, spiega ancora giudicando "contraddittorio" il dl sul lavoro per il quale la Cgil sollecita una modifica che deve comprendere anche le norme sull'apprendistato.

“E’ dimostrato che le forme di precariato non hanno prodotto e non producono nuova occupazione. Nuovi posti di lavoro si creano se si fanno politiche espansive", dice ancora esemplificando: "invece si interviene sul topolino, le regole del mercato del lavoro e la precarietà, e non si guarda la montagna”. E in questo contesto il no del governo alla concertazione suona al sindacato, come "la benzina che si mette sul fuoco del conflitto". Un conflitto su cui pero' "il governo deve stare attento perché siamo in una fase complicata, in cui le persone vivono una condizione di difficoltà sul fronte del reddito e dell’occupazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza