cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 02:31
Temi caldi

Lavoro: Damiano, dl va modificato, puo' creare ulteriore precarieta'

31 marzo 2014 | 13.44
LETTURA: 1 minuti

Contratti a termine e apprendistato i nodi da sciogliere

Roma, 31 mar. (Adnkronos/Labitalia) - "Parto da una premessa: io penso che il decreto lavoro vada modificato, è troppo sbilanciato e può creare ulteriore precarietà". Così Cesare Damiano (Pd), ex ministro del Lavoro e presidente della commissione Lavoro della Camera dei deputati, parla con Labitalia del decreto lavoro voluto dal governo Renzi, che ha iniziato giovedì scorso il suo iter alla Camera.

Per Damiano, le modifiche dovrebbero riguardare i contratti a termine e l'apprendistato. "Sui contratti a termine -spiega Damiano- è previsto un periodo troppo lungo (3 anni) senza causale, e sono troppe le proroghe possibili nell'arco dei 36 mesi (ben 8). Direi poi che si tratta anche di chiarire anche la questione dei rinnovi di questi contratti a termine".

Sull'apprendistato i principali rilievi dell'ex ministro del Lavoro riguardano "il tema della formazione pubblica, che, essendo diventata facoltativa, può incontrare una censura da parte dell'Ue che potrebbe configurare l'ipotesi di 'aiuto di Stato'". E ancora "c'è la questione -ricorda Damiano- delle stabilizzazioni". "Credo sarebbe in linea con la natura stessa del contratto di apprendistato -ribadisce il presidente dell'XI commissione della Camera- attivato da un'impresa che vuole formare una precisa competenza, stabilire una quota di apprendisti da stabilizzare al termine del periodo di apprendistato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza