cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 21:25
Temi caldi

Lavoro: Assolombarda, disoccupazione milanese (7,7%) sotto media nazionale (2)

31 marzo 2014 | 17.05
LETTURA: 1 minuti

Assolombarda, dal 2007 infortuni dimnuiti del 30%

(Adnkronos) - Dal rapporto di Assolombarda emerge un dato positivo riguardante la situazione degli infortuni: anche nel 2012 è proseguito il trend decrescente che da alcuni anni si registra sia a livello nazionale che locale; su questo dato hanno inciso l'andamento del mercato del lavoro, le iniziative di formazione e l'impegno di imprese e lavoratori. Analizzando la situazione a Milano, l'Inail ha registrato, nel corso del 2013, 36.482 infortuni nel settore industriale e dei servizi, un dato che mostra una flessione del 30% in sei anni. Nella città milanese, come mostra il report, il 72% degli infortuni è avvenuto in ambiente lavorativo, il 19% in itinere e il 9% in occasioni di lavoro con mezzi di trasporto.

Nell'ambito dei percorsi di qualificazione e riqualificazione sono state presentate due esperienze di rilascio di certificazione delle competenze. La prima coinvolge 2.500 lavoratori che, a conclusione di un corso di formazione erogato da Fondimpresa, acquisiranno una certificazione delle competenze riconducibile al sistema di regione Lombardia. La seconda esperienza riguarda, invece, la certificazione di percorsi di apprendistato nell'ambito di una sperimentazione con la Provincia di Milano: 105 apprendisti con riferimento a 12 profili professionali definiti dal Ccnl hanno visto certificate le competenze acquisite sul lavoro.

"Dal rapporto -commenta Graziano Gorla, segretario generale di Cgil Milano- emerge che la condizione delle università lombarde, la loro attrattività e il grado di internazionalizzazione, concorrono a stimolare lo sviluppo delle azioni innovative, la capacità di fornire adeguati elementi di crescita del sistema produttivo locale e di qualificare i prodotti, in uno scenario di incalzante trasformazione del panorama produttivo milanese e del suo insediamento nel quadro internazionale. L'attenzione verso le attività accademiche e la loro ricaduta nei processi di innovazione, sarà sempre più interesse di tutti i soggetti che si propongono di analizzare le dinamiche del mercato del lavoro, indicando, al tempo stesso, gli strumenti idonei alla qualificazione della domanda e dell'offerta di lavoro nel territorio nell'area metropolitana".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza