cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 12:25
Temi caldi

Lavoro: Assolombarda, disoccupazione milanese (7,7%) sotto media nazionale

31 marzo 2014 | 17.02
LETTURA: 1 minuti

Nelle citta' aumentano le ore autorizzate di Cig (+19%)

Milano, 31 mar. (Adnkronos) - Nel 2013 la disoccupazione a Milano ha raggiunto il 7,7%, dato inferiore rispetto alla media lombarda (8,1%) e nazionale (12,2%). Il tasso di occupazione della città, pari al 67%, supera di circa 10 punti percentuali quello italiano, che si attesta al 56%. Sono alcuni dei dati emersi durante l'ottava edizione de 'Il lavoro a Milano', rapporto annuale realizzato da Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil Milano. Il report illustra la situazione economico-occupazionale del territorio meneghino, analizzando alcuni indicatori come il tasso di occupazione, la cassa integrazione guadagni, gli infortuni e l'internazionalizzazione degli atenei. "Il mercato del lavoro milanese -commenta Michele Angelo Verna, direttore generale di Assolombarda- presenta condizioni e prospettive più positive rispetto alla situazione nazionale, pur in un clima ancora di incertezza e di prudenza, con tassi di attività e occupazione più elevati della media italiana. Tra i punti di forza che lo contraddistinguono e lo rendono più dinamico e reattivo, va sicuramente segnalata l'alta partecipazione femminile e la presenza di personale molto qualificato. Quello milanese è, infatti, un mercato del lavoro di qualità alimentato dalla presenza di ben 12 atenei di alto livello in tutto il territorio regionale, di cui sette localizzati nella sola città di Milano".

Il rapporto di Assolombarda mostra anche che il tasso di attività del territorio meneghino presenta valori superiori alla media nazionale: 72% è il valore del dato milanese, 71% quello lombardo e 64% quello nazionale. Le difficoltà che il mercato del lavoro sta affrontando si avvertono anche nelle richieste di cassa integrazione guadagni: nel 2013, a livello nazionale, le ore di Cig autorizzate sono rimaste in linea con il dato del 2012 (1,08 miliardi contro 1,09 miliardi nel 2012). Nel Milanese, invece, le ore autorizzate di Cig sono cresciute del 19%, raggiungendo quota 68 milioni di ore. A questo aumento hanno contribuito soprattutto le componenti ordinaria e straordinaria, compensando la riduzione della Cig in deroga, diminuita del 30% dal 2012 al 2013. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza