cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Turismo: Enea, conclusa 1a fase progetto Gerin a tutela habitat marino

31 marzo 2014 | 15.32
LETTURA: 1 minuti

nuove tecniche per recupero Posidonia, pianta marina che 'imbratta' spiagge

Roma, 31 mar. (Adnkronos)- Conclusa dall'Enea la prima fase di sperimentazioni previste dal sottoprogetto Ge.Ri.N-Gestione Risorse Naturali, che ha l'obiettivo di sviluppare tecnologie per favorire il turismo sostenibile, per la salvaguardia dell’habitat naturale e per il recupero eco-compatibile dei resti di Posidonia oceanica, pianta endemica del Mar Mediterraneo, che il mare deposita in grandi quantità sugli arenili. La Posidonia, che non è un'alga, non è un rifiuto, non è fonte di malattie, nè produce sostanze tossiche o è soggetta a putrefazione, emana infatti un odore caratteristico quando si trova depositata sulle spiagge.

Il progetto Ge.Ri.N si pone anche l’obiettivo della salvaguardia dell’habitat del fondo marino di Favignana, con il ripristino delle praterie di Posidonia oceanica degradata a causa degli ancoraggi o dello strascico in quelle aree sotto costa. Il progetto, finanziato dal Miur e coordinato dall’Unità Tecnica Tecnologie Ambientali dell’Enea, fa parte del Progetto 'Ecoinnovazione Sicilia'. "La grande quantità di biomassa che si accumula durante i mesi invernali sulle spiagge -spiega l'Enea- riduce gli spazi per la balneazione e alcuni turisti la considerano un fattore di degrado che limita lo sviluppo turistico ed economico delle località balneari".

Il progetto Ge.Ri.N si pone infine l’obiettivo di utilizzare i resti delle piante marine per la produzione di compost per fini agricoli. "Si tratta di un’innovazione di processo e di prodotto -conclude l'Enea- che permette di coniugare le esigenze ambientali, sociali ed economiche delle località balneari, consentendo di migliorare i servizi turistici con una gestione sostenibile delle spiagge, che vengono restituite alla fruizione dei bagnanti, e che ha ritorni anche occupazionali a livello locale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza