cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 10:20
Temi caldi

Gb: agente MI6, donne spia hanno una marcia in piu'

31 marzo 2014 | 12.10
LETTURA: 1 minuti

'in grado di fare piu' cose contemporaneamente e capire meglio le emozioni'

Londra, 31 mar. - (Adnkronos) - Mata Hari aveva un vantaggio decisivo rispetto ad altri agenti segreti: era una donna. Secondo una funzionaria dell'intelligence britannica, intervistata da 'The Times', le donne infatti sono "spie maledettamente brave", perché in grado di fare più cose contemporaneamente e capire meglio le emozioni. Secondo la spia dell'MI6, il servizio segreto esterno, in particolare le madri hanno un vantaggio particolare, perché, dai presunti terroristi e dai politici, vengono considerate "una minaccia minore" rispetto alle single.

La vita nei servizi di intelligence, ha aggiunto 'Lisa', che ha parlato nell'ambito di una campagna di reclutamento per l'MI6, è "fantastica" e "completamente unica", anche se non ha nulla in comune con le spettacolari avventure di James Bond. L'agenzia "è molto più responsabile ed è molto più collegata al resto del governo. C'è molto più lavoro di squadra, e non è solo 'Bond parla con Q e prendi il kit'" (frase cult dei film di 007, cui il responsabile del settore Q consegna armi, gadget e auto "accessoriate" necessari per le missioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza