cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Notizie Flash: 2/a edizione - La cronaca (6)

31 marzo 2014 | 15.57
LETTURA: 1 minuti

Roma. Un patrimonio dal valore di circa 15 milioni di euro costituito da 47 immobili, tre auto, una moto e un camper e' stato confiscato dalla Guardia di Finanza di Roma ad un 80enne residente ad Ardea, in provincia di Roma, gia' denunciato nel giugno del 2013 per aver sempre omesso di dichiarare i suoi redditi. I finanzieri del Comando Provinciale di Roma avevano già cautelato il patrimonio accumulato frodando il fisco, ricostruendo, solo per gli ultimi 10 anni, introiti in contante per oltre 3,3 milioni di euro derivanti dalla locazione in nero di numerosissimi immobili tra Ardea e Roma.Le indagini, condotte dalla Compagnia di Pomezia sotto la direzione della Procura della Repubblica di Velletri, hanno consentito al Tribunale di Roma di emettere la misura del sequestro dei beni. Le Fiamme Gialle ci sono arrivate tessendo una capillare serie di controlli sull’edilizia residenziale. Un piano studiato per contrastare il fenomeno degli affitti in nero, sviluppato in sinergia con Prefettura, Roma Capitale, Università Tor Vergata, Roma 3, Sapienza e Laziodisu, che ha già consentito di recuperare a Roma e provincia 27 milioni di euro nel 2013 e quasi 2 milioni nel 2014.All'80enne evasore è stato applicato il Decreto Legislativo nr. 159/2011, che consente il sequestro dei beni che risultano sproporzionati alle capacità reddituali ufficiali nei confronti di coloro che “per la condotta ed il tenore di vita debba ritenersi, sulla base di elementi di fatto, che vivano abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose”. La magistratura è giunta a tale conclusione tenendo conto sia della poderosa evasione fiscale, constatata nel 2013, sia prendendo in considerazione il profilo dettagliatamente ricostruito dai Finanzieri. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza