cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 21:25
Temi caldi

Notizie Flash: 3/a edizione - L'estero (8)

31 marzo 2014 | 19.03
LETTURA: 1 minuti

Berlino. La Germania ha restituito oggi alla Polonia "La scalinata del palazzo", un quadro dell'artista veneziano Francesco Guardì (1712-1793) rubato dai nazisti nel 1939. L'opera, che tornerà al Museo Nazionale di Varsavia a cui apparteneva, è stata consegnata oggi a Berlino al ministro degli Esteri polacco, Radoslav Sikorski. "E' un simbolo della nostra reciproca fiducia", ha detto Sikorski accanto al collega tedesco Frank Walter Steinmeier. Il piccolo quadro (32,8 x 25,8 centimetri) mostra scene di vita quotidiana sulla scalinata di palazzo ducale a Venezia. Fu rubato per poterlo esporre nel "museo del Fuehrer" che il dittatore nazista Adolf Hitler voleva costruire nella città di Linz, ma che non fu mai realizzato. Alla fine della guerra, il quadro finì a Monaco e poi a Heidelberg. Al suo recupero aveva contribuito il reparto dell'esercito americano per la protezione delle opere d'arte, descritto nel film di George Clooney "Monument Men".La provenienza dell'opera, rimasta per anni nell'ufficio del rettore dell'università di Heidelberg, è stata confermata solo nel 1998. A partire dal 2000 il quadro è stato esposto alla Galleria Statale di Stoccarda, mentre si apriva una controversia fra Germania e Polonia sulla sua restituzione. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza