cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 16:51
Temi caldi

Europee: Gasbarra, a servizio del Pd, no personalismi

31 marzo 2014 | 12.23
LETTURA: 1 minuti

Roma, 31 mar. - (Adnkronos) - "Ho sempre lavorato per unire il Partito democratico, figuriamoci se ora lo metto in imbarazzo rompendo gli equilibri trovati avanzando la mia candidatura alle europee". Lo ha detto il deputato del Pd Enrico Gasbarra, entrando a Montecitorio, rispondendo a chi gli chiedeva di una sua possibile candidatura alle Europee del 25 maggio.

"Negli spazi che il nazionale ha riservato al Lazio sono sicuro che il segretario regionale Melilli, nell'interesse del partito, saprà difendere le esigenze del Lazio, regione vincente al Senato, alla Camera e in tante amministrazioni locali - ha aggiunto Gasbarra - avanzare una proposta, aperta, condivisa e il più possibile competitiva a partire dagli uscenti che hanno fatto un buon lavoro e dalla preziosa disponibilità di Goffredo Bettini, persona che stimo e che è una grande risorsa".

"La competizione europea per i risvolti politici che sta assumendo sarà complessa e difficile. Nella mia vita politica – ha spiegato Gasbarra - ho sempre lasciato chiuse in un cassetto le ambizioni personali figuriamoci se ora, che ho già l’onore di svolgere le funzioni di parlamentare, chiedo di essere candidato o di essere vissuto come ‘incomodo’. Il Pd, per rispetto dei nostri elettori e militanti, sono sicuro che affronterà questo appuntamento con grande armonia, unità inclusione e determinazione senza arroccamenti interni e senza dilaniarsi nella autoreferenziale gara delle preferenze". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza