cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 14:35
Temi caldi

Europee: oltre 4.500 i candidati M5S, caos in Rete e polemiche (2)

31 marzo 2014 | 14.01
LETTURA: 1 minuti

Dubbi anche tra parlamentari per postilla Grillo-Casaleggio con divieto cordate

(Adnkronos) - "Prima di indire la votazione dovevate comunicarci i nominativi e relativi profili - lamenta Anna Rosa - Nemmeno nel meetup sono informati. Se questa è la Rete, tanti saluti". "Sarebbe stato così difficile fare una pagina dedicata alle europee 2014 e lasciarla là sino a votazioni concluse, con tutti i ragguagli? - chiede un attivista - Non si può andare in giro per la Rete a cercare informazioni che dovrebbero essere facilmente reperite qui".

"Ok l'opportunità di votare i candidati, ma come faccio io a documentarmi su di loro in 11 ore? - chiede Daniele da Ancona - Perché non prevedere dei forum di discussione dove interloquire con i candidati? Così è sicuro che saltano fuori gli Orellana e i Campanella. Per le prossime elezioni dovete migliorare". In tanti segnalano le "difficoltà ad accedere alle votazioni per troppi contatti". C'è poi chi fa notare come i regolamenti per le elezioni europee non siano stati decisi dalla Rete.

Le polemiche sul blog e tra gli attivisti rimbalzano anche nei palazzi romani, tra i senatori e i deputati M5S. A insospettire alcuni eletti la postilla con cui ieri Grillo e Casaleggio hanno accompagnato il post con cui annunciavano lo stop alle candidature: 'Tentativi di cordate di voto - la nota 'incriminata' - al fine di scambio di voto sono vietate'. "La verità - dice un senatore 'critico' - è che il M5S sta ricalcando esattamente le politiche dei partiti veri e propri. Ci sono alcuni eletti che promuovono i loro candidati sul territorio avvantaggiandoli, spesso a dispetto di attivisti nel Movimento da anni". "Fortuna che Grillo e Casaleggio sono stati messi al corrente e sono corsi ai ripari", sostiene un ben informato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza