cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 11:36
Temi caldi

M5S: parte sfida delusi Grillo e Casaleggio, Salsi lancia 'Uno vale tanto'

31 marzo 2014 | 13.04
LETTURA: 1 minuti

Presente in Sardegna, Lazio, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia

Roma, 31 mar. (Adnkronos) - Non più 'uno vale uno' ma 'uno vale tanto'. Gli ex M5S delusi da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio si organizzano in un nuovo Movimento. Tra questi anche Federica Salsi, consigliera comunale di Bologna ed ex grillina espulsa con tanto di ramanzina per la sua partecipazione a Ballarò, quando ancora per i 5 Stelle vigeva il divieto assoluto di andare in Tv. "Sono contenta oggi - scrive Salsi su Fb - di poter comunicare che inizio una nuova avventura in cui mi piacerebbe coinvolgere tutti quelli che credono, come me, che si possa fare ancora qualcosa per questo nostro Paese, meraviglioso e unico al mondo".

Segue il link di 'Uno vale tanto', movimento presente, per ora, in Sardegna, Lazio, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. "'Uno vale tanto' - si legge nel sito del neo Movimento - nasce come luogo di confronto politico che vuole essere espressione di una federazione di blog e di realtà sia locali che nazionali (persone, associazioni, comitati, enti, liste civiche...) con carattere divulgativo, dando l’opportunità di scrivere articoli, organizzare e promuovere iniziative comuni. Nasce in virtù di quei principi, di quei valori di democrazia partecipata, tutela del Territorio, difesa dei diritti civili delle persone, così come sanciti dalla Costituzione Italiana".

"'Uno vale tanto' potrà essere anche la base per la creazione di un nuovo soggetto politico - si legge ancora - basato sui diritti fondamentali riconosciuti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, dagli altri trattati di diritto internazionale e dalla Costituzione italiana; basato sulla tutela della centralità della persona, portatrice di doveri e di diritti; con l'obiettivo di garantirne il diritto alla salute e al lavoro; promuovendo la democrazia partecipata e il diritto all’informazione; salvaguardando la biodiversità, le diversità culturali e la salvaguardia dell’ambiente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza