cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 14:39
Temi caldi

Riforme: Maran (Sc), trasformare Senato in Bundesrat (2)

31 marzo 2014 | 20.51
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - ''La funzione che deve rivestire l'assise senatoriale di un Parlamento nazionale in un assetto propriamente federale -continua Maran- è chiara: non solo 'Camera di riflessione' rispetto alle deliberazioni assunte nel primo ramo dell'assemblea elettiva, ma anche, e soprattutto, istanza di rappresentanza nel processo decisionale della Federazione degli enti territoriali che la compongono ('Stati' o 'Regioni')'. Dunque, se vogliamo mantenere un assetto federale (e quindi far funzionare meglio) il Titolo V, dobbiamo fare il Bundesrat o qualcosa che gli somigli molto. La Legge fondamentale tedesca recita infatti che 'Per mezzo del Bundesrat i Länder concorrono alla legislazione e all’amministrazione della Federazione ed agli affari dell’Unione Europea'''.

''L'argomento della cattiva prova fornita del ceto politico regionale è inconsistente. Abbiamo cambiato idea? Le Regioni non funzionano? Non le vogliamo più? Si vuole azzerare la riforma (ma diciamolo chiaramente) per ritornare allo status quo ante? Allora facciamo un’unica Camera e riportiamo le competenze in capo allo Stato. Insomma, la soluzione che meglio può assegnare un ruolo effettivo ad una seconda Camera che non disponga del voto di fiducia al Governo è quella che assegna al nuovo Senato un ruolo circoscritto ma incisivo nel procedimento legislativo, sulla base di un’effettiva esigenza di completamento della riforma del Titolo V: a meno che si voglia, quella riforma, non rivederla e aggiustarla, come è necessario e urgente, ma azzerarla fino a ritornare allo status quo ante, obiettivo arduo e irrealistico, oltre che poco condivisibile'', conclude Maran.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza