cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 18:57
Temi caldi

Riforme: Renzi, su riforma Senato mi gioco credibilita' politica

31 marzo 2014 | 08.25
LETTURA: 1 minuti

Colpito da atteggiamento Grasso

Roma, 31 mar. - (Adnkronos) - "Il Senato non vota la fiducia. Non vota le leggi di bilancio. Non e' eletto. E non ha indennita': i rappresentati delle Regioni e dei Comuni sono gia' pagati per le loro altre funzioni". Questi i quattro cardini della riforma del Senato Matteo Renzi che, dice in una intervista a 'Il Corriere della Sera', su questo passaggio istituzionale si gioca tutto.

Il premier dice di essere rimasto "molto colpito" dalla presa di posizione del presidente del Senato Pietro Grasso: "su questa riforma ho messo tutta la mia credibilita'; se non va in porto, non posso che trarne le conseguenze. Mi colpisce che la seconda carica dello Stato, cui la Costituzione assegna un ruolo di terzieta', intervenga su un dibattito non con una riflessione politica e culturale, ma con una sorta di avvertimento: 'Occhio che non ci sono i numeri'".

"Se Pera o Schifani avessero fatto cosi' -aggiunge Renzi- oggi avremmo i girotondi della sinistra contro il ruolo non piu' imparziale del Senato. L'elezione diretta del Senato e' stata scartata dal Pd con le primarie, dalla maggioranza e da Berlusconi nell'accordo del Nazareno. Non so se Forza Italia ora abbia cambiato idea; se e' cosi', ce lo diranno". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza