cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 13:03
Temi caldi

Calcio: Fifa lancia registro morti improvvise a livello mondiale (2)

31 marzo 2014 | 17.22
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) -"Il dipartimento medico della Fifa riceve regolarmente informazioni su eventi tragici individuali, che ci ha motivato a sviluppare una valigetta da pronto soccorso della Fifa. La collaborazione col dottor Meyer e la sua squadra ci fornirà i dati scientifici necessari per concepire migliori misure preventive", ha spiegato, Jiri Dvorak, medico capo della Fifa.

La valigetta di pronto soccorso puo' essere utilizzata sul terreno di gioco, in tutte le zone dello stadio ed anche fuori e contiene gli strumenti necessari per intervenire sulle persone colpite da malore durante la prima ora di urgenza medica grave. La morte cardiaca improvvisa è un tema che preoccupa da tempo la Fifa. Il 26 giugno 2003 dopo essere collassato, nel cerchio di centrocampo, al 72' della semifinale di Confederations Cup giocata a Lione tra Camerun e Colombia, è morto il 28enne camerunense Marc-Vivien Foé. Soccorso da compagni e avversari, è deceduto dopo un’ora di tentativi di rianimazione effettuati negli spogliatoi dai risultati inutili. L'autopsia ha rivelato che la causa di morte è stata un attacco cardiaco, causato da uno sproporzionato ventricolo sinistro.

Il suo caso è stato definito da Dvorak come un "campanello d'allarme". Lo spagnolo Antonio Puerta, del Siviglia, ha perso la vita a soli 22 anni, tre giorni dopo aver perso conoscenza in campo durante la partita Siviglia-Getafe, il 25 agosto 2007, colpito da un arresto cardiaco. In Italia il 14 aprile 2012, al 31' di Pescara-Livorno della 14a giornata di ritorno del campionato di Serie B, si accascia a terra in seguito a un'improvvisa crisi cardiaca, Piermario Morosini, portato in ospedale, il giocatore muore per una cardiomiopatia aritmogena.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza