cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 05:43
Temi caldi

Calcio: il carcere aspetta Hoeness, 'Per lui nessuna eccezione'

31 marzo 2014 | 14.37
LETTURA: 1 minuti

Landsberg am Lech, 31 mar. - (Adnkronos/Dpa) - ''Qui tutti ricevono lo stesso trattamento''. Uli Hoeness, ex presidente del Bayern Monaco, non potrà godere di alcun privilegio nel penitenziario di Landsberg am Lech, dove si appresta a scontare la condanna di 3 anni e mezzo per un'evasione fiscale da 28,5 milioni di euro. A poche settimane dall'arrivo dell'illustre detenuto, il direttore dell'istituto, Monika Gross, ha aperto le porte a 150 rappresentanti dei media. Hoeness condividerà una cella con un'altra persona nelle prime due settimane di permanenza.

Nello stesso periodo verrà sottoposto ad una serie di esami. Successivamente verrà trasferito in una cella singola, che misura circa 8 metri quadrati. Secondo la legge, Hoeness potrebbe godere di un regime di semilibertà solo a 18 mesi dalla fine della pena. In realtà, le nuove condizioni potrebbero scattare in anticipo in virtù di alcune eccezioni. ''Ma tutti -chiarisce la Gross- arrivano in regime di detenzione''. Il carcere di Lansberg, situato a circa 65 km da Monaco, comprende anche una macelleria. Proprio lì potrebbe lavorare Hoeness, un affermato imprenditore nel settore della carne.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza