cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 14:50
Temi caldi

Immobili: Fimaa, bene ok Ddl contro agenti immobiliari abusivi

04 aprile 2014 | 13.57
LETTURA: 1 minuti

Roma, 4 apr. - (Adnkronos) - ''Siamo soddisfatti del disegno di legge approvato all’unanimità in Senato che aggrava le sanzioni verso chi svolge abusivamente la professione di Agente immobiliare. Si tratta di un primo passo importante nella lotta contro l’abusivismo. Se il Ddl dovesse superare il vaglio della Camera si potranno finalmente punire tutti coloro che svolgono abusivamente l’attività di intermediazione immobiliare con la reclusione fino a due anni e una multa fino a 50mila euro''. Così Valerio Angeletti, Presidente Fimaa Italia, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari - Confcommercio, commenta l’approvazione in Senato del Ddl 471 (Esercizio abusivo delle professioni) che inasprisce le sanzioni a carico di coloro che esercitano abusivamente l’attività di intermediazione immobiliare.

Il nuovo Ddl, che dovrà ora passare il vaglio della Camera, prevede nei confronti del mediatore abusivo, non abilitato e dunque non iscritto nell’apposita sezione del Rea (Repertorio economico amministrativo - ex ruolo), fino a due anni di reclusione e una multa da 10mila a 50mila euro, con la conseguente perdita del diritto di agire in giudizio per il pagamento della retribuzione.

''Quella dell’abusivismo -conclude il numero uno di Fimaa Italia Angeletti- è una piaga che incide parecchio nel mercato immobiliare, danneggiando professionisti, famiglie e Consumatori, oltre a gravare per centinaia di milioni di euro sulle casse dello Stato. Ecco perché il testo del Ddl 471 accoglie la nostra completa approvazione e l’augurio che possa essere approvato all’unanimità anche fra i banchi della Camera dei Deputati''. Fimaa è favorevole a tutte le norme che regolarizzano il settore immobiliare, nel convincimento che solo attraverso tale processo si potrà avere un comparto trasparente e a tutela dei consumatori.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza